Barbecue a gas, dimensioni e materiali dei piani cottura

La potenza è tutto in un barbecue, alimenta la fiamma e predispone il letto di brace per arrosti e grigliate da manuale. Se il grill si avvale di una potenza di fuoco degna dei migliori barbecue su piazza, si potranno assaporare pietanze cotte a puntino o, come nel caso delle fiorentine, croccanti fuori e al sangue dentro, mantenendo morbidezza e consistenza dei tagli bovini, suini e ovini che esigono di essere scottati e cotti come si deve, a regola d’arte. Per ottimizzare le cotture, anche da parte di grigliatori poco avvezzi e inesperti, i produttori si sono inventati modelli nuovi ed esclusivi, che fanno leva su anni di ricerca e tecnologia che hanno messo a punto nuove soluzioni, come i bruciatori a infrarossi o in ceramica, con fuochi aggiuntivi ai lati e alle estremità dell’area di cottura, le cui dimensioni rispondono alle esigenze del nucleo familiare e delle sue abitudini conviviali.

La superficie della griglia e del piano cottura del barbecue si adatta alle consuetudini dell’utilizzatore, che può essere da sola e usa il barbecue solo di tanto in tanto oppure ha uno stile di vita che lo porta a organizzare cene e momenti conviviali più frequenti. La qualità della griglia dipende dai materiali e influisce molto sulla qualità delle pietanze cucinate. I barbecue a gas, ad esempio, hanno vari tipi di griglia in acciaio o in ghisa, come le migliori bistecchiere dove il calore è trattenuto a lungo anche a fuoco spento.

Può capitare che su un barbecue a gas sia montata una pietra che consenta la cottura di tagli di carne o pesce senza dover fare i conti con gli interstizi della griglia che spesso sono larghi e tali da far cadere i pezzetti di cibo sul fuoco. Per evitare ciò alcuni barbecue a gas annoverano, fra gli accessori, una griglia rialzata più piccola della principale per poter cuocere lontano dalla fiamma i cibi che lo richiedono per non bruciarsi o seccarsi troppo. Piccoli accorgimenti per un corretto utilizzo del barbecue, sia che si tratti di un modello smart for two o di un ‘caterpillar’ per cene a dir poco luculliane.